Citazioni della Settimana! #21

Buonasera a tutti, Fedeli Lettori!
Oggi, vi lascio un nuovo appuntamento con la rubrica delle Citazioni della Settimana, e, per l’occasione, ho scelto “4321”, il nuovo, chiacchieratissimo romanzo di Paul Auster.

Vi ricordo che, nel caso in cui voleste acquistare uno o più dei libri che vi consiglio, attraverso il mio link di affiliata Amazon, a me arriverebbe una piccola (ma graditissima!) commissione da parte del sito. 🙂

“Il mondo è solido per un periodo, poi una mattina esce il sole e comincia a sciogliersi”.
– 4321, Paul Auster. 

“La gente muore e  il mondo va avanti, e se ci si può aiutare fra noi, ecco, lo facciamo, non ti pare?”
– 4321, Paul Auster.

“… Ferguson non ebbe più dubbi sul futuro, se un libro poteva essere questo, se un romanzo poteva fare questo al tuo cuore, alla tua mente e ai tuoi sentimenti più profondi sul mondo, allora scrivere romanzi era senz’altro la cosa migliore che potevi fare nella vita, perché Dostoevskij gli aveva insegnato che le storie inventate potevano andare ben oltre il semplice divertimento e lo svago, potevano rivoltarti come un calzino e soperchiarti il cervello, potevano scottarti e gelarti e metterti completamente a nudo e scaraventarti tra i venti furiosi dell’universo…”
– 4321, Paul Auster. 

“Il mondo era composto da due regni, il visibile e l’invisibile, e spesso le cose invisibili erano più vere di quelle visibili”.
– 4321, Paul Auster.

“Il mondo è pieno: può succedere tutto.”
– 4321, Paul Auster. 

“L’unica costante a questo mondo è la merda, ragazzo mio. Ci stiamo con i piedi a mollo ogni giorno, ma a volte, quando arriva alle ginocchia o anche più su, devi solo tirarti fuori e andare avanti.”
– 4321, Paul Auster. 

“Tra le cose strane che aveva scoperti di se stesso, era che sembravano esistere tanti Ferguson, che lui non era una sola persona, ma un insieme di identità contraddittorie, e ogni volta che era con una persona diversa, era diverso anche lui.”

– 4321, Paul Auster. 

“La rabbia e la delusione potevano portarti fino a un certo punto, ma senza curiosità eri perduto.”
– 4321, Paul Auster. 

Se avete già letto o avete intenzione di leggere questo libro, fatemi sapere!
Alla prossima e buone letture, 

 

 

Precedente 5 raccomandazioni letterarie! #5 Successivo Lacune Letterarie! #1

Lascia una recensione

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.