Anteprima di “Storia di Roque Rey” di Ricardo Romero

Buon pomeriggio a tutti, Fedeli Lettori!
Oggi, vi segnalo l’anteprima di una nuovissima uscita targata Fazi Editore: “Storia di Roque Rey” di Ricardo Romero.

Storia di Roque Rey
Ricardo Romero

Prezzo: € 18.50
Pagine: 528
Casa Editrice: Fazi Editore

Il giorno in cui lo zio Pedro muore, Roque, dodici anni, indossa le sue scarpe su richiesta della zia, per ammorbidirle un po’ in modo che, nel suo viaggio nell’aldilà, l’uomo possa stare più  comodo. Così Roque esce di casa per fare una passeggiata: non tornerà più. Camminerà per
quarant’anni, senza meta, in una lunghissima fuga costellata di scoperte e riflessioni. I compagni di viaggio saranno i più svariati: c’è Umberto, prete epilettico parricida; ci sono Los Espectros, un gruppo di musicisti itineranti che lo ingaggia come ballerino; c’è Marcos Vryzas, un bohémien alcolizzato che lo introduce alla vita dissoluta della capitale; c’è Natalia, una bambina dall’intelligenza eccezionale che si innamora di lui e lo tenta col suo fascino ammaliatore. E poi ci sono le centinaia di morti che Roque troverà lungo il suo cammino: tolte quelle dello zio, indosserà le loro scarpe, che gli indicheranno la via. Sullo sfondo, quarant’anni di storia dell’Argentina, paese così lontano eppure così vicino che non ha mai smesso di esercitare il suo grande fascino.

Ricardo Romero è a Paraná nel 1976, vive a Buenos Aires ed è una delle voci più interessanti della letteratura argentina odierna. Ha diretto la rivista letteraria «Oliveiro» e attualmente è editor per Gárgola Ediciones, dove dirige la collana Laura Palmer no ha muerto, e Ner Negro Absoluto. Ha pubblicato una raccolta di racconti e cinque romanzi.

Alla prossima e buone letture, 

Precedente BLOGTOUR | "Il richiamo dell'Havel" di Fabio Geda & Marco Magnone |"L'alba di Alexanderplatz" Successivo REVIEW PARTY | Recensione di "Incubo di famiglia" di Mikaela Bley

Lascia una recensione

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.