5° Tappa BLOG TOUR | “Il mio imprevisto più dolce” di Chiara Trabalza

Buongiorno a tutti, lettori!
Da quando ho ospitato il mio primo blog tour, pochi giorno fa, non riesco più a fermarmi!
Oggi, ho il piacere di presentarvi la quinta tappa del blog tour dedicato a “Il mio imprevisto più dolce”, il nuovo libro di Chiara Trabalza.
Il mio argomento è la copertina, di cui non vedo letteralmente l’ora di parlarvi grazie all’aiuto dell’autrice stessa, a cui ho avuto il piacere di fare qualche domanda a riguardo. 🙂

COPERTINALa copertina di questo libro promette decisamente bene: è originale, fresca e, senza dubbio, stuzzica la curiosità del lettore. Personalmente, per quanto riguarda la scelta del nuovo libro da leggere, non mi lascio mai influenzare dalla copertina, dato che troppo spesso mi è capitato di essere attratta da un libro con una copertina favolosa e pessimo contenuto, o viceversa.
Devo, ammettere, però, che in ogni caso, anche l’occhio vuole la sua parte, e che una bella copertina non guasta mai!

intervistaCiao Chiara e benvenuta su Questione di Libri.
Come è nata l’idea di questa copertina?

Volevo una copertina che fosse particolare, dolce e romantica ma allo stesso tempo spiritosa e divertente, proprio come sono Elena e Liam, i personaggi del libro. Una copertina che rispecchiasse anche un po’ il mio modo di essere romantica, solare, ironica.

Vedendola finalmente ultimata, è esattamente come pensavi sarebbe stata?

 Sì, devo dire che rispecchia le mie aspettative e ne sono molto orgogliosa.
Mi piace moltissimo e quando la guardo mi esce sempre un sorriso.
C’è il bacio, estremamente dolce e romantico, c’è il verde brillante della campagna intorno e io adoro stare all’aria aperta e correre a piedi nudi sull’erba, infine c’è anche un pizzico di divertimento ed ironia di un bacio fuori dagli schemi, con il ragazzo appeso a testa in giù e lei che accenna un lieve sorriso nascosto tra le labbra mentre lo bacia. Io adoro questa copertina! 

Come la definiresti, usando un solo aggettivo?

Dolce e divertente. Ok, lo so…..in effetti sono due aggettivi. Ma è difficile racchiudere in una sola parola questa immagine che, per me, è un insieme di tante cose. Ad ogni modo, dovendo scegliere un solo aggettivo, forse mi verrebbe da dire….originale.

Da lettrice, quanto conta per te la copertina nella scelta del prossimo libro da leggere?

Per me la copertina di un libro conta moltissimo, lo ammetto. Quando entro in una libreria la prima cosa che mi colpisce e che attira la mia attenzione, prima ancora del titolo, è proprio la copertina. E’ come un biglietto da visita, come una prima presentazione, come il primo incontro tra due innamorati. Io ho avuto la fortuna di trovare due editori, sia per il mio primo libro, “Il volo delle lanterne”, sia per questo secondo libro, “Il mio imprevisto più dolce”, che sono stati così gentili e disponibili da lasciarmi carta bianca su entrambe le copertine e, sapendo quanto per me fosse importante sceglierle personalmente, mi hanno accontentato. Entrambe le copertine, di tutti e due i libri, le ho scelte io con il cuore e me ne sono innamorata subito. 

Una delle copertine più belle che ti vengono in mente?

Io amo molto le copertine originali e colorate, forse perché attirano maggiormente la mia attenzione. Quando entro in una libreria ci sono così tanti libri che per forza qualcuno deve spiccare maggiormente e attirare il mio sguardo. Una copertina allegra e spiritosa, originale, particolare, stimola la mia curiosità e mi fa venire voglia di comprare e leggere quel libro. Ad esempio mi piacciono molto le copertine di JoJo Moyes come quella di “Un weekend da sogno”  oppure anche “Una più uno”. Sono copertine pulite e chiare ma anche divertenti e colorate, io le adoro. Mi piacciono anche le copertine romantiche, quelle che fanno sognare ad occhi aperti, come nel libro “Una sera a Parigi”  di Nicolas Barreau. E naturalmente non posso non citare le due copertine dei miei due libri, che per me sono le più belle di sempre, colorate, allegre e romantiche allo stesso tempo. Ma probabilmente qui sono un po’ troppo di parte 😉 

Una delle più brutte?

In questo caso non voglio fare nomi di autori nè citare titoli di libri perché mi sembrerebbe poco educato e poco gentile parlare male di qualcuno. Ho sempre molto rispetto per il lavoro degli altri e credo che se un autore scelga un certo tipo di copertina è perché a lui piace e la ritiene adatta al suo libro. Posso dire però, in linea generale, che a me personalmente non piacciono affatto le copertine troppo scure e vuote. Alcune volte vedo dei libri davvero tetri, anonimi, tristi. Copertine buie e nere dove magari spicca solo qualche oggetto anonimo, come un paio di occhiali o un bicchiere vuoto o magari una sagoma stilizzata sullo sfondo. Ecco, io le trovo un po’ troppo banali, prive di tratti distintivi e soprattutto, ripeto, mi danno tristezza e non attirano la mia attenzione tra i mille libri presenti sugli scaffali di una libreria.ghirigoro

DSCN0633xBIOGRAFIA DELL’AUTRICEMi chiamo Chiara Trabalza, sono nata e vivo a Roma. Sono laureata in Psicologia dello Sviluppo infantile, sono sposata e ho due meravigliose bambine, Sara ed Elisa. Molto del mio tempo libero lo dedico principalmente a loro. Da sempre però coltivo il mio hobby e la mia grande passione: scrivere. Fin da ragazza ho sempre scritto brevi racconti e qualche poesia e, naturalmente, una valanga di diari segreti *;) occhiolino.  Sono sempre stata fin da piccola un’accanita lettrice, passione che mi è rimasta anche adesso. L’opera che ho scritto,”Il mio imprevisto più dolce”, è il mio secondo romanzo. Il primo, “Il volo delle lanterne”, edito dalla casa editrice Eden Editori, è uscito a dicembre 2014 in versione cartacea e puo’ essere ordinato in tutte le librerie. Sono molto felice di aver scritto anche questo mio secondo manoscritto e di essermi riuscita a ritagliare, ogni giorno, uno spazio per me, per poter scrivere questo romanzo.. E’ il mio sogno di una vita.

unnamed-4

Mi raccomando, non perdetevi tutte le altre tappe di questo Blog Tour:

5 Luglio | Intervista all’autrice – Parliamo di libri
6 Luglio | La trama – Le recensioni della libraia
7 Luglio | I personaggi – Libri che porto con me
8 Luglio | Le ambientazioni – On rainy days
9 Luglio | La copertina – Questione di libri
10 Luglio | Gli estratti – Viaggiatrice pigra
11 Luglio  | Il primo capitolo – La ladra di libri

Ringrazio ancora una volta Chiara Trabalza per aver risposto alle mie domande.
Alla prossima e buone letture, questione di libri

 

Precedente TOP 5 WEDNESDAY | 5 cose sulla mia libreria che non sono libri! Successivo MEGA BLOG TOUR | "Il Creasogni" di Simone Toscano

5
Lascia una recensione

avatar
2 Comment threads
3 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
4 Comment authors
Chiara T.Stefania MognatoQuestioneDiLibriLexla Laura Recent comment authors

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

più nuovi più vecchi più votati
Stefania Mognato
Ospite
Stefania Mognato

Bellissima tappa wow anch’io amo le stesse copertine dell’autrice. abbiamo gli stessi gusti ecco perchè mi piace la copertina di questo libro

QuestioneDiLibri
Ospite

Mi fa piacere! 🙂

Chiara T.
Ospite
Chiara T.

Grazie mille! Spero vorrai farmi l’onore di leggerlo e di darmi un tuo parere 🙂

Lexla Laura
Ospite
Lexla Laura

Bella tappa Clary!

QuestioneDiLibri
Ospite

Grazie Laura! 🙂